Salute

Sindrome da spogliatoio o dismorfofobia peniena: pene troppo piccolo, troppo grande o deforme

Alcuni uomini ritengono di avere il pene diverso dalla norma. Una convinzione, spesso immotivata, che causa ansie e timori.

Autore: Giuseppe Iorio (Lun, 22/02/2010)

Sindrome da spogliatoio o dismorfofobia peniena, il problema del pene troppo piccolo, troppo grande o deformeLa convinzione di avere un pene troppo piccolo, ma anche troppo grande, troppo curvo oppure con anomalie legate al glande o al prepuzio, ha un nome scientifico preciso, cioè dismorfofobia peniena.

Questo disturbo è noto anche come “sindrome dello spogliatoio”, in quanto chi ne soffre tende a evitare di fare la doccia insieme ad altri uomini dopo l’attività sportiva nel timore di essere sottoposti a giudizio per via delle dimensioni o della forma dei propri genitali.

A volte queste preoccupazioni non sono motivate dalla presenza di reali anomalie, ma ciò non impedisce ad alcuni uomini di diventare preda di idee ossessive e di comportamenti compulsivi, come il guardarsi continuamente allo specchio nel tentativo di confermare le proprie valutazioni o ricorrere a frequenti controlli medici per potere correggere il (presunto) problema.

Stando ad alcune statistiche, circa l’80% dei pazienti che si sottopongono a interventi di allungamento del pene non ne avrebbero alcun bisogno, avendo un organo genitale di dimensioni normali. A tal proposito, uno studio commissionato da aziende produttrici di profilattici ha testato 300 uomini, che sono stati stimolati visivamente perché avessero un’erezione. Per ben il 75% dei soggetti testati, la lunghezza del pene durante l’erezione risultava compresa tra i 12,9 cm e i 15,7 cm, mentre la circonferenza media era di 12,4 cm.

Gli specialisti concordano nel ritenere che è opportuno parlare di micropene quando la sua lunghezza, in stato di erezione, è inferiore ai sette centimetri. Condizione davvero molto rara.

Gli uomini che si convincono del fatto che i propri organi genitali siano differenti rispetto agli standard medi provano scarsa stima per se stessi. Le loro ansie diventano di frequente motivo di disagio non soltanto nelle relazioni sessuali ma pure nei rapporti sociali e professionali, nei casi più gravi spingendo i soggetti dismorfofobici all’isolamento.

Se esiste effettivamente una qualche anomalia nella forma o nelle dimensioni del proprio pene, un intervento chirurgico può rappresentare una soluzione capace di sollevare il paziente dalle sue preoccupazioni, restituendogli una normale vita di relazione.

In tutti gli altri casi, occorre l’intervento di un sessuologo o di uno psicologo che miri a ridimensionare il vissuto problematico del soggetto, consentendogli di riappropriarsi della propria autostima e di imparare ad accettare il proprio corpo perché possa essere accettato anche dagli altri.

Foto: © Miramisska | Dreamstime.com

STAMPO LA NOTIZIA image
INVIO VIA E-MAIL image
TAG
pene sesso
Aryvanille

Formula della lunghezza della circonferenza: C = 2πr.

Volete calcolare anche l'area? A = πr².

Avvisatemi se serve la formula del volume!

John Wayne

Ma in qualche caso è veramente piccolo... ;)

 

Aryvanille

La pubblicità spesso racconta ciò che vero non è.
Se in questo spot non ci fosse finzione, chissà...!!! Ghgh!

DrFloyd

Articolo sicuramente degno di lettura, ma foto assolutamente geniale, chapeau!

Per scrivere un messaggio:

effettuo l'accesso

oppure

apro un nuovo account

oppure

Effettuo l'accesso con il mio account di Facebook

Ultimi post dei blog

image

MIMOLUTTOLO

Dieta help!
(24/02/2012 - 20:02)

 Ciao c'è qlc che sta facendo la chetogenica?aiuti,suggerimenti,proposte sono ben accetto!! Ciao buona serata!  

image

ferruccio

HELP
(08/02/2012 - 19:05)

 ciao a tutti...

image

CAT-ITALIA

salve a tutti!
(20/01/2012 - 15:42)

 una saluto a tutti voi di "Fitness People" da CAT Italia!!!  

image

Luca970

Prova
(09/01/2012 - 13:49)

We!!! Prova!

image

federica88

da oggi parto con la dieta zona!!!
(21/12/2011 - 18:51)

image
image