Dieta

Dieta Lemme - Caratteristiche e validità

Le caratteristiche, i fondamenti scientifici, i vantaggi e gli svantaggi della dieta Lemme.

Autore: Arianna Bernardini (Lun, 22/06/2009)

Dieta Lemme - Caratteristiche e validitàLa Dieta Lemme è il risultato di 10 anni di ricerche e studi effettuati dal farmacologo Alberico Lemme tra il 1990 e il 2000. Durante gli anni di sperimentazione su soggetti di sesso femminile, il dottor Lemme ha messo a punto un regime alimentare battezzato “filosofia alimentare”.

Dichiarando di avere ottenuto risultati eccezionali, dalla fine del controllo dei test la dieta Lemme ha conquistato sempre più successi. Tuttavia la dieta Lemme non manca di essere discriminata dalla medicina tradizionale e dalla maggior parte dei nutrizionisti.

In pratica, sono fortemente determinanti la tipologia di cibi che si introduce nell’organismo, l’orario in cui si ingeriscono determinate sostanze e la reazione che gli alimenti innescano con il sistema enzimatico, endocrino e metabolico. Lemme infatti asserisce che un determinato alimento può provocare diversi, a volte opposti, effetti al corpo. Un determinato cibo che alle 8 di mattina non fa ingrassare, ingerito alle 20 produce l’effetto contrario e fa prendere peso.

Non si dà alcun valore alle calorie e al loro computo.

Schematizzando e riassumendo, la “filosofia alimentare” di Lemme si basa sui seguenti principi fondamentali:

  • biochimica (nella fattispecie l’impatto che il cibo ha sul nostro sistema ormonale);
  • interazione tra indice glicemico e insulina;
  • pool enzimatico individuale;
  • alimenti da introdurre nella dieta;
  • orari di assunzione di determinati alimenti.

La Dieta Lemme si svolge in due fasi.

  1. La prima fase è concentrata sul dimagrimento e dura fino al raggiungimento del peso desiderato. Durante questo periodo, in cui teoricamente si perdono dai 7 ai 10 kg al mese, si eseguono variazioni alimentari ogni due giorni in base a peso, circonferenze corporee e reazioni dell’organismo al regime alimentare.
  2. La seconda fase è dedicata al mantenimento; viene chiamata “educazione alimentare” e dura tre mesi. Durante questo periodo si personalizza la dieta secondo i propri gusti, cercando di mantenere l’equilibrio enzimatico raggiunto per sempre (pertanto il mantenimento si prolungherebbe per sempre).

Considerato un eccentrico, Lemme dichiara di avvalersi dei concreti risultati ottenuti dai suoi numerosi pazienti (da lui denominati “allievi” in quanto devono “imparare” ad alimentarsi). Tuttavia ci sono ancora moltissimi scettici che contrastano a furor di scienza il suo metodo.

I (presunti) vantaggi della dieta Lemme sono quelli di poter mangiare quantità libere di cibo e di condimento e di ottenere risultati strabilianti risultati in poco tempo. Pur adottando la frittura come metodo di cottura degli alimenti.

Gli svantaggi sono quelli di dovere stravolgere le abitudini quotidiane. Per esempio, occorre sostituire i tradizionali cappuccino e brioche o latte e fette biscottate con marmellata e miele a colazione con una bistecca o con della pasta aglio e olio. Cosa che non appartiene alle abitudini alimentari del nostro Paese. Inoltre si dovranno eliminare per sempre sale, latte e derivati, pane, zucchero, dolcificanti. E, come ha sostenuto Lemme in TV, no a frutta e verdura (che però appare nel regime dietetico che porta il suo nome. Ma i casi di contraddizione sono diversi e non si limitano solo a questo).

Lemme ha messo a punto delle ricette di dessert per preparare dolci e cioccolato a basso indice glicemico e che, secondo lui, possono essere mangiate senza timore di ingrassare. I nomi di queste leccornie sono la riprova dell’eccentricità di questo personaggio: cioccolem, sbrisolem (variante della torta sbrisolona), palle di Lemme.

Dal punto di vista medico, i luminari del campo sostengono che una dieta iperproteica come di fatto è la dieta Lemme altera gravemente il livello di colesterolo e trigliceridi, causando carenze vitaminiche anche molto gravi. Di contro, Lemme sostiene che le analisi cliniche (tuttavia mai rese note) di tutti i suoi pazienti risultano nella norma.

Lemme, che si autodefinisce “il genio” anche nel suo sito filosofiaalimentare.it, ha dichiarato “Dio ti ha creato, Lemme ti modella” (Porta a Porta, Rai 1, puntata del 1° giugno 2009). Il che è davvero altisonante per una persona che sostiene di fare ricerca scientifica e che propone un regime alimentare a tutt’oggi molto contrastato e che non trova conferme scientifiche.

Foto: filosofiaalimentare.it

STAMPO LA NOTIZIA image
INVIO VIA E-MAIL image

Per scrivere un messaggio:

effettuo l'accesso

oppure

apro un nuovo account

oppure

Effettuo l'accesso con il mio account di Facebook

Ultimi post dei blog

image

MIMOLUTTOLO

Dieta help!
(24/02/2012 - 20:02)

 Ciao c'è qlc che sta facendo la chetogenica?aiuti,suggerimenti,proposte sono ben accetto!! Ciao buona serata!  

image

ferruccio

HELP
(08/02/2012 - 19:05)

 ciao a tutti...

image

CAT-ITALIA

salve a tutti!
(20/01/2012 - 15:42)

 una saluto a tutti voi di "Fitness People" da CAT Italia!!!  

image

Luca970

Prova
(09/01/2012 - 13:49)

We!!! Prova!

image

federica88

da oggi parto con la dieta zona!!!
(21/12/2011 - 18:51)

image
image